Bande di Bollinger: cosa sono, come si usano e strategie di trading

Le Bande di Bollinger, sono un indicatore tecnico di fondamentale importanza, che occupa un gradino di rilievo nel podio degli indicatori d’analisi più utili per fare trading.

Sviluppato da John Bollinger nel 1980, le Bande di Bollinger sono diventate un marchio registrato nel 2011. Ad oggi, sono considerate un indicatore utile per capire il grado di volatilità di un titolo, al pari del “Kletner Channel”. 

Sono considerate da sempre un indicatore molto versatile per identificare la forza, l’andamento e le tendenze di prezzo di un particolare asset. Studiano, in particolare, la volatilità di un titolo, basandosi sulla deviazione standard. 

❓Cosa sono? Indicatore tecnico
✔A cosa servono? A misurare la volatilità dei mercati
🎯A cosa si applicano? A tutti i mercati
💪🏻Difficoltà Medio-bassa

In questa guida scenderemo nel dettaglio in merito alle Bande di Bollinger e a tutto quello che è necessario sapere sull’indicatore di trading: che cos’è, come funziona, come si calcola e come utilizzarlo nel trading. Scopriremo anche come imparare a utilizzare l’indicatore e come informarsi sul suo funzionamento. Nello specifico, sonderemo l’offerta formativa di XTB, una delle più complete del settore. 

Ascoltando i consigli degli esperti del settore, consultando i pdf e gli eBook presenti sulla piattaforma e prendendo parte ai diversi seminari online sarà possibile iniziare a prendere dimestichezza con le Bande di Bollinger e ottimizzarle nelle proprie strategie di trading. 

Scopri ora il broker XTB e la sua offerta formativa

Che cosa sono le bande di Bollinger?

Le Bande di Bollinger sono un indicatore tecnico molto famoso e utilizzato dai trader di tutto il mondo. Fu ideato da John Bollinger nel 1980 ed è composto da una media mobile esponenziale e da due bande superiori e inferiori che vengono calcolate a partire da questa media mobile.

Le Bande di Bollinger predicono la volatilità di un titolo e si basano sulla deviazione standard. Nello specifico, in economia, per volatilità si intende la variazione di tipo percentuale dei prezzi di mercato e, per deviazione standard, si intende la stima della variabilità di alcuni dati o di una variabile casuale. La deviazione standard, nello specifico, è un modo per esprimere come si disperdono i dati rispetto ad un dato prezzo e come il suo valore atteso potrà essere in futuro. Meno deviazione, quindi, e più precisione.

L’indicatore delle Bande di Bollinger è molto utile per capire se il mercato è ipercomprato o ipervenduto e quando potrebbe esserci un inversione di tendenza. Possono essere utilizzate, inoltre, anche come supporto e resistenza dinamica, in quanto i prezzi tendono a rimbalzare sulle bande superiori e inferiori.

L’indicatore delle Bande di Bollinger può essere applicato nell’identificazione dei segnali di acquisto e vendita. In generale, infatti, quando il prezzo tocca la banda inferiore si può pensare di acquistare, mentre quando tocca la banda superiore si può pensare di vendere.

Come funzionano le Bande di Bollinger?

Come abbiamo detto, l’indicatore delle Bande di Bollinger è composto da una media mobile esponenziale e da due bande superiori e inferiori. La media mobile esponenziale viene calcolata prendendo in considerazione i prezzi di chiusura degli ultimi 20 periodi. Inoltre, le due bande superiori e inferiori vengono calcolate in base alla deviazione standard della media mobile esponenziale.

Questo significa che se la media mobile esponenziale è pari a 100, la banda inferiore sarà pari a 100-(2*deviazione standard), mentre la banda superiore sarà pari a 100+(2*deviazione standard).

L’indicatore delle Bande di Bollinger può essere utilizzato su qualsiasi timeframe e su qualsiasi strumento finanziario. Inoltre, può essere utilizzato sia nel trading intraday che nel trading a medio e lungo termine.

Quando le bande sono contratte significa che il mercato è in una fase di consolidamento e non si muove molto. Invece, quando le bande sono espanse significa che il mercato è volatile e i prezzi stanno oscillando molto. La banda superiore è spesso una resistenza dinamica e la banda inferiore è spesso un supporto dinamico. Se il prezzo sale sopra la resistenza o scende sotto il supporto, questo può essere un segnale di inversione di tendenza.

Inizia ora ad utilizzare le Bande di Bollinger con XTB

Come si calcolano le bande di Bollinger?

Per poter utilizzare l’indicatore delle Bande di Bollinger è necessario sapere come viene calcolato.

Le Bande di Bollinger sono composte da una media mobile esponenziale e da due bande superiori e inferiori che vengono calcolate a partire da questa media mobile. Per calcolare l’indicatore delle Bande di Bollinger è necessario seguire questi passaggi:

  1. Calcolare la media mobile esponenziale su 20 periodi;
  2. Calcolare la deviazione standard della media mobile esponenziale;
  3. Calcolare la banda inferiore come 100-(2*deviazione standard);
  4. Calcolare la banda superiore come 100+(2*deviazione standard).

Questi sono i passaggi necessari per calcolare l’indicatore delle Bande di Bollinger. Come abbiamo detto, l’indicatore può essere utilizzato su qualsiasi timeframe e su qualsiasi strumento finanziario.

La formula per calcolare la media mobile esponenziale è la seguente:

MA = (P1 + P2 + P3 + … + Pn) / n

dove “n” è il numero di periodi considerati e P1, P2, P3,… sono i prezzi.

Una volta che abbiamo calcolato la media mobile, possiamo calcolare le due bande superiori e inferiori utilizzando i seguenti parametri:

  • Banda inferiore = Media Mobile – 2 * Deviazione Standard
  • Banda superiore = Media Mobile + 2 * Deviazione Standard

dove “Deviazione Standard” è una misura della dispersione dei prezzi rispetto alla media mobile.

Questi sono i parametri standard utilizzati da John Bollinger, ma è possibile modificarli in base alle proprie esigenze di trading. Lo scopo principale della Bande di Bollinger, è quello di fornire una definizione relativa di “Massimo e Minimo”. Per definizione, i prezzi si trovano in alto vicino alla banda superiore, e in basso quando sono nella banda inferiore. Questa definizione, serve per capire come utilizzare questo indicatore, che può essere ottimizzato anche per effettuare decisioni di trading sistematiche.

Quali sono i pro e i contro dell’indicatore Bande di Bollinger?

Come abbiamo detto, l’indicatore delle Bande di Bollinger è uno degli indicatori tecnici più utilizzati dai trader. Questo perché offre diversi vantaggi, come ad esempio:

  • Facilità d’uso: l’indicatore delle Bande di Bollinger è molto facile da usare e non richiede particolari conoscenze tecniche.
  • Universale: può essere utilizzato su qualsiasi timeframe e su qualsiasi strumento finanziario.
  • Informazioni complete: fornisce una panoramica completa del mercato, dandoci informazioni sulla volatilità, sui livelli di supporto e resistenza e sui segnali di acquisto e vendita.

Gli svantaggi dell’indicatore delle Bande di Bollinger sono pochi, ma vale la pena menzionarne alcuni:

  • Non è infallibile: come tutti gli indicatori tecnici, anche l’indicatore delle Bande di Bollinger può dare false indicazioni o segnali errati.
  • Ci sono molti modi per usarlo: questo può essere un vantaggio, ma anche uno svantaggio, in quanto può essere difficile capire quale sia il migliore modo per utilizzare l’indicatore.

Quando si studiare un indicatore è importante tenere a mente i pro e i contro del suo utilizzo. Questo ci servirà per condurre un’analisi appropriata e ottimizzare i propri investimenti. Chi utilizza da tempo gli indicatori finanziari per le proprie operazioni di trading, sa quanto sia importante questa pratica per evitare errori di tipo operativo e portare a termine il maggior numero possibile di operazioni in profitto.

bande di bollinger

Come si utilizza l’indicatore delle Bande di Bollinger nel trading?

L’indicatore delle Bande di Bollinger può essere utilizzato in diversi modi nel trading. Innanzitutto, può essere utilizzato per capire se il mercato è ipercomprato o ipervenduto e quando potrebbe esserci un inversione di tendenza.

Le Bande di Bollinger, inoltre, possono essere utilizzate anche come supporto e resistenza dinamica, in quanto i prezzi tendono a rimbalzare sulle bande superiori e inferiori. Secondo la strategie di trading dei punti di rottura, infatti, un trader può decidere di acquistare quando il prezzo rompe la resistenza o di vendere quando il prezzo rompe il supporto. In entrambi i casi, è importante attendere che il candeliere si chiuda al di fuori della banda prima di aprire un trade.

L’indicatore delle Bande di Bollinger può essere utilizzato anche per identificare le fasi di mercato e per capire se siamo in una fase di mercato laterale o in una fase di mercato trend-side. Questo significa che se le bande si stanno contraendo, allora potremmo essere in una fase di mercato laterale e se invece le bande si stanno espandendo, allora probabilmente siamo in una fase di mercato trend-side.

L’indicatore delle Bande di Bollinger può essere utilizzato anche per individuare i segnali di acquisto e vendita. Infatti, quando il prezzo tocca la banda inferiore si può pensare di acquistare, mentre quando tocca la banda superiore si può pensare di vendere. Le bande di bollinger, infine, sono implementate anche per identificare le inversioni di trend. Infatti, quando il prezzo supera la banda superiore, questo può essere un segnale di acquisto, mentre quando scende sotto la banda inferiore, questo può essere un segnale di vendita.

Questi sono alcuni dei modi in cui l’indicatore delle Bande di Bollinger può essere utilizzato nel trading. Il suo utilizzo, tuttavia, è spesso soggetto ad interpretazione da parte dei trader, che applicano l’indicatore in modo differente a seconda delle situazioni. 

Bande di Bollinger: dove studiare l’indicatore?

Chi non conosce a fondo l’analisi del mercato finanziario ha la necessità di imparare quante più nozioni possibili per comprendere come gestire questo ambito. Sulle piattaforme di molti trader è possibile trovare delle ricchissime sezioni educative, all’interno delle quali sono presenti materiali informativi di tutti i tipi, dagli eBook ai corsi online. 

In molti casi, è possibile iscriversi ad alcuni webinar e corsi di trading online che spiegano nel dettaglio il funzionamento e come ottimizzare l’analisi delle Bande di Bollinger, al fine di sfruttare nel miglior modo possibile questo indicatore di trading. 

Tra i servizi educativi più completi rientra di certo XTB. Il broker offre ai suoi utenti una sezione informativa ricchissima, all’interno della quale vi sono PDF, eBook, corsi online e webinar. 

Il materiale sulla piattaforma è perfetto per qualsiasi tipo di trader, dal più principiante al più esperto. Utilizzando questo materiale è possibile acquisire informazioni sull’indicatore e cominciare fin da subito ad ottimizzarlo nei propri investimenti. 

Scopri ora la sezione educativa di XTB

Altri indicatori per investire

Lo studio di un solo indicatore finanziario potrebbe essere riduttivo o fuorviante quando si negozia un titolo. Il consiglio è sempre attuare un’analisi approfondita che comprenda lo studio di diversi indicatori. Ecco, dunque, alcuni suggerimenti di indicatori da approfondire:

Conclusioni

In conclusione, l’indicatore delle Bande di Bollinger è un ottimo strumento che può essere utilizzato da tutti i trader, sia che si tratti di principianti o di trader più esperti.

Offre diversi vantaggi, come la facilità d’uso, l’universale e le informazioni complete che fornisce. Gli svantaggi sono pochi e comunque non inficiano il buon funzionamento dell’indicatore.

Questo indicatore tecnico può essere utilizzato in molti modi diversi e può essere un ottimo strumento per aiutarci a fare trading con successo. Imparando ad utilizzare nel modo corretto l’indicatore, i risultati desiderati non tarderanno ad arrivare. I servizi educativi offerti dai broker, come XTB, sono un’ottima fonte informativa e consentono di imparare ad utilizzare le Bande di Bollinger in modo rapido e sfruttarne fin da subito le potenzialità nel mondo del trading. 

Inizia ora la tua formazione su XTB
Piattaforma: xtb
Deposito Minimo: 100€
Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Corso Gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    FAQ

    Cosa sono le Bande di Bollinger?

    Le Bande di Bollinger sono uno strumento di analisi tecnica ideato da John Bollinger negli anni ’80. Questo indicatore serve per ottenere informazioni riguardo un determinato asset e sulla sua volatilità, utilizzando la deviazione standard. Le bande di Bollinger, inoltre, sono molto utili allo studio della forza, dell’andamento e delle tendenze di prezzo di un particolare asset.

    Quali strategie applicare con le Bande di Bollinger?

    La Bande di Bollinger possono essere utilizzate per capire se l’asset è ipercomprato o ipervenduto e individuare le diverse fasi del mercato. L’indicatore è utile anche per captare inversioni del trend o segnali di acquisto o di vendita del titolo.

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here