Indicatore Know sure thing oscillator (KST)

Fare trading senza indicatori tecnici è molto rischioso, in quanto questi strumenti utilissimi ci permettono di capire i livelli di ipercomprato e ipervenduto di qualsiasi mercato, e molti altri segnali cruciali per l’andamento di un mercato finanziario. Oggi parleremo dell’indicatore tecnico “Know sure thing oscillator (KST)” che come dice il nome, è un oscillatore.

Broker Caratteristiche Vantaggi Recensione Iscriviti
Plus500 Conto demo gratuito servizio CFD Recensione Iscriviti
24Option Trading su forex e opzioni Rendimenti oltre l'85% Recensione Iscriviti
Markets.com Piattaforma di trading di Safecap Investment Ltd. Trading su forex e azioni Recensione Iscriviti
IQ Option Deposito minimo 10€ Rendimenti al top Recensione Iscriviti
XM.com Broker con zero spread Deposito minimo 5€ Recensione Iscriviti
eToro Broker ideale per principianti Social e copy trading Recensione Iscriviti

Il Know sure thing oscillator (KST) è un indicatore tecnico (di tipo oscillatore) che viene utilizzato per determinare il momentum nei trend azionari. Si tratta di un indicatore tecnico di tipo oscillatore, che fluttua quindi sopra e sotto la linea dello zero, provvedendo a fornire segnali di trading e analisi analitiche basate sulla divergenza con il prezzo e KST e i crossover delle linee del segnale. La formula di questo indicatore tecnico, utilizza quattro differenti timeframes per mostrare il momentum generale e non solo il momentum di uno specifico timeframe.

Una media mobile viene tracciata a fianco di un indicatore tecnico e viene utilizzata per creare dei segnali di transazione. I segnali di acquisto vengono generalmente creati quando l'indicatore incrocia sopra la linea di segnale, mentre i segnali di vendita vengono generati quando l'indicatore incrocia al sotto di essa. Una linea di segnale viene comunemente chiamata come "trigger line".

L’indicatore tecnico Know sure thing oscillator (KST) fu sviluppato da Martin Pring, autore ed analista tecnico, per individuare e analizzare il momentum di un titolo o di un'altra attività finanziaria. I commercianti in genere utilizzano il Know sure thing oscillator (KST) per ottenere segnali durante il trading oppure per confermare le tendenze.

Segnali del Know sure thing oscillator (KST)

Know sure thing oscillator (KST)

I segnali di acquisto si verificano quando il KST incrocia sopra la linea dello zero, oppure quando il KST incrocia sopra la linea di segnale. Dei segnali di vendita si verificano invece quando il KST incrocia al di sotto della linea dello zero, o quando il KST incrocia al di sotto della linea di segnale. Quando il KST rimane sopra lo zero durante un trend positivo, questo conferma la tendenza. Quando il KST rimane sotto lo zero durante un trend al ribasso, si conferma la tendenza al ribasso.

I commercianti possono anche controllare un’altro fattore, ovvero quando l'indicatore diverge con il prezzo. Se il prezzo effettua nuovi massimi, ma non anche il KST, questo significa che il momentum dei prezzi sta rallentando. Se il prezzo sta registrando invece dei nuovi minimi ma non il KST, questo significa che la pressione vendita sta rallentando.

Come funziona nel dettaglio il Know Sure Thing

Non solo un indicatore, ma anche una vera e propria dimostrazione delle capacità del suo leggendario fautore. L’inventore Martin Pring è infatti uno degli autori di analisi tecnica più amati e seguiti in assoluto, in quanto il suo approccio all’analisi tecnica non si ferma all’analisi della tendenza di un singolo mercato, ma tiene conto anche degli altri. L’indicatore Know Sure Thing (KST) è quindi il riassunto del genio del Sig. Pring.

Ma di cosa si tratta e come funziona il Know Sure Thing? Il Know Sure Thing è un indicatore che è in pratica una media ponderata di ben quattro indicatori di momentum a loro volta ponderati in ordine decrescente di velocità. Per capire quindi questo indicatore tecnico, è necessario andare molto indietro nella storia, fino al fondatore dell’analisi tecnica: Charles Dow. Dow trovò tre movimenti ciclici con tre lunghezze diverse: primario (con durata più lunga), secondario e terziario (con durata più corta).

Grafico Know sure thing oscillator (KST)

Queste tendenze, si sovrappongono e danno ad origine a situazioni di mercato ambigue. Questo porta a prendere delle decisioni errate. Il problema che ha risolto Pring è stato proprio quello di costruire un indicatore che tiene conto di tutti i trend, evitando quindi situazioni ambigue. Riuscì a raggiungere questo obiettivo semplicemente sommando tra loro più algoritmi. Pring con il Know sure thing oscillator (KST) è quindi riuscito a sommare tra di loro ben 4 ROC (variazione della percentuale di prezzo) smussati con delle medie mobili, assegnando ed essi un peso proporzionale alla loro lunghezza. Il ciclo più lungo avrà quindi un peso maggiore.