Ease of movement (EMV)

Oggi vedremo insieme come funziona l’Indicatore Tecnico EMV, che non è altro che l’acronimo di Ease of Movement. Come funziona dunque l’indicatore EMV (Base of Movement) vediamo insieme come viene calcolato e utilizzato questo famosissimo indicatore di volume.

Broker Caratteristiche Vantaggi Recensione Iscriviti
Plus500 Conto demo gratuito servizio CFD Recensione Iscriviti
24Option Trading su forex e opzioni Rendimenti oltre l'85% Recensione Iscriviti
Markets.com Piattaforma di trading di Safecap Investment Ltd. Trading su forex e azioni Recensione Iscriviti
IQ Option Deposito minimo 10€ Rendimenti al top Recensione Iscriviti
XM.com Broker con zero spread Deposito minimo 5€ Recensione Iscriviti
eToro Broker ideale per principianti Social e copy trading Recensione Iscriviti

L’indicatore tecnico di volume Ease of Movement EMV è un indicatore tecnico facente parte della grande categoria di indicatori che sono basati sull’andamento del prezzo e dei volumi, permettendo quindi l’individuazione del momento di ingresso corretto all’interno di uno strumento finanziario.

Vediamo dunque come funziona l’indicatore tecnico EMV (Base of Movement). L’indicatore tecnico EMV è un oscillatore che è basato sui volumi sottostanti al movimento del prezzo. Questo particolare indicatore tecnico fu creato da Richard Arms, che è anche il creatore del grafico Equivolume che veniva utilizzato per capire la relazione che c’era tra il prezzo ed i volumi.

L’indicatore EMV è quindi a tutti gli effetti un’estensione dell’Equivolume, un indicatore molto utilizzato. L’EMV ha un valore che è uguale, superiore o inferiore allo zero. Solitamente quando l’indicatore tecnico EMV è in una zona positiva assisteremo dunque ad un rialzo del prezzo, quando invece è in zona negativa assisteremo ad un ribasso del prezzo.

Come si calcola l’indicatore EMV

Possiamo dire che per calcolare l’EMV è possibile dividere questo processo in due parti:

  1. Box Ratio
  2. Distanza percorsa

Il Box Ratio è quella parte dell’indicatore EMV che tiene conto dei volumi in base ai movimenti di prezzo. Il Box Ratio viene calcolato in questa maniera:

Box Ratio = (Volume/100 milioni)/(Massimo-Minimo)

Come è possibile vedere dalla formula, il Volume viene dunque diviso per 100 milioni, in modo da renderlo attinente con il resto del calcolo.

La distanza percorsa è invece quella differenza tra il prezzo medio corrente e il prezzo medio di un periodo precedente (in base alla distanza di tempo che si vuole calcolare). Sarà dunque sufficiente sommare il prezzo più alto attuale e dividere poi tutto per due. Una volta che verranno calcolati questi due valori sarà possibile sottrarre il valore del periodo corrente da quello del periodo precedente, ottenendo dunque la distanza percorsa.

Distanza Percorsa = ((Massimo + Minimo)/2) + ((Vecchio Massimo + Vecchio Minimo)/2)

Un volume basso con alto range tra massimo e minimo significa che non sono necessari dei volumi alti per muoversi velocemente. Succede l’opposto quando è presente invece un alto volume e uno scostamento basso tra massimo e minimo, in quanto un caso del genere suggerirà che il prezzo ha non poche difficoltà a muoversi con dei volumi maggiori.

Una volta calcolato il Box Ratio e la Distanza Percorsa, per trovare l’EMV sarà sufficiente fare la divisione tra questi due elementi:

EMV = Distanza Percorsa / Box Ratio

Interpretate EMV

Così come tutti gli altri indicatori tecnici, anche l’EMV fornisce dei segnali di trading che permettono di capire il trend in corso del mercato. È importante specificare che l’EMV non è un indicatore tecnico da utilizzare da solo, ma è ottimo se utilizzato in combinato con altri indicatori tecnici da visualizzare su grafico. Lo scopo principale dell’indicatore EMV è quello di indicare e confermare il trend in corso. Uno dei migliori modi per sfruttare ed interpretare l’indicatore EMV è quello di vedere il movimento di questo indicatore durante le variazioni di prezzo del sottostante.

emv

Nel grafico sopra è possibile notare come l’indicatore ci stia segnalando che con i volumi in aumento il prezzo rimane piuttosto stabile, mentre invece con i volumi in diminuzione il prezzo aumenta senza difficoltà alcuna, come viene infatti confermato dall’indicatore. Un’altra interpretazione molto celebre tra i trader è quella che viene raggiunta tramite l’utilizzo dell’EMV insieme ad altri indicatori oppure attraverso il confronto con delle formazioni di pattern su grafico. Questo permette di avere una sicurezza maggiore del trend in corso.

EMV: in conclusione

L’indicatore tecnico EMV è un ottimo indicatore che può essere utilizzato con altri oscillatori per rendere ancora più affidabili i segnali di trading online. Tuttavia è necessario specificare che questo indicatore tecnico non serve a nulla se utilizzato da solo.

L’EMV non è infatti un generatore di segnali indipendente come i più blasonati MACD, RSI etc, ma aiuta invece a capire l’affidabilità di un trend in corso. Se questo indicatore viene utilizzato con altri indicatori, potrebbe addirittura rivelarsi un grande indicatore tecnico per aumentare la precisione di punti di ingresso ed uscita per la propria strategia di trading online.