Bitcoin Cash: cos'è e come si guadagna

Le criptovalute continuano ad essere attualmente il metodo d’investimento più gettonato in assoluto, più amato da tutti i trader in assoluto. Durante questi ultimi mesi, oltre a Bitcoin, Ethereum e Bitcoin c’è una nuova criptovaluta che è molto gettonata: il Bitcoin Cash. Attraverso questa nostra mini-guida, cercheremo di fugare dunque ogni dubbio sul Bitcoin Cash, fornendo quindi tutte le opinioni e recensioni sul Bitcoin Cash.

Broker Caratteristiche Vantaggi Recensione Iscriviti
Plus500 Piattaforma professionale Demo gratis Recensione Iscriviti
24Option Piattaforma intuitiva Corsi gratuiti Recensione Iscriviti
eToro Broker ideale per principianti Social e copy trading Recensione Iscriviti

Che cosa è il Bitcoin Cash?

Vediamo insieme subito che cos’è il Bitcoin Cash. Iniziando dicendo subito che il Bitcoin Cash è un hard fork della criptovaluta Bitcoin. Con il termine fork si intende un progetto nel quale gli sviluppatori decidono di “staccarsi” dal progetto originale facendo una copia del codice sorgente ed iniziando dunque a sviluppare indipendentemente il software originale, tramite la creazione di un software completamente nuovo. Di solito quando un fork avviene, si tratta di una vera e propria divisione degli sviluppatori, dove i due gruppi decidono di prendere strade diverse.

Il fork solitamente avviene quando ci sono delle divergenze tra gli sviluppatori, oppure perché gli sviluppatori precedenti hanno abbandonato lo sviluppo. Tra gli sviluppatori del Bitcoin era nato un diverbio su alcuni aspetti tecnici del Bitcoin. Due vere e proprie correnti di pensiero diverse tra loro, che hanno portato gli sviluppatori a dividersi.

Bitcoin Cash: una breve storia

Il Bitcoin Cash è nato nei mesi di luglio/agosto del 2017. Tutto inizia infatti il 20 luglio, quando la community del Bitcoin decide di votare a favore della proposta di miglioramento del Bitcoin denominata “BIP 91”. Si trattava di una proposta dove gli esponenti della community del Bitcoin si sono espressi sull’attivazione dell’algoritmo “Segregated Witness” un aggiornamento in grado di velocizzare il consensus delle transazioni nella rete Bitcoin.

Tuttavia non tutti i membri sono riusciti ad essere di comune accordo, in quanto in molti sostenevano che il solo BIP 91 non sarebbe stato sufficiente per risolvere i problemi del Bitcoin, sarebbe invece stato necessario un aumento della dimensione max del blocco. Proprio per questo è quindi avvenuto il fork. Un gruppo di miners ha quindi deciso di iniziare ad utilizzare un software diverso da quello originale, dando quindi il via al fork.

Il vantaggio principale del Bitcoin Cash è il fatto che i blocchi hanno delle dimensioni pari ad 8 MB (rispetto ad 1 MB del Bitcoin classico). I futures hanno iniziato ad essere valutati intorno a 0,5 BTC durante il 23 Luglio, scendendo poi intorno agli 0,10 BTC durante la sessione del 30 luglio.

Bitcoin Cash: è la soluzione al problema del Bitcoin?

In molti erano preoccupati dal fatto che la creazione del Bitcoin Cash sarebbe potuta sfociare in una vera e propria “lotta” tra il Bitcoin e Bitcoin Cash, con una perdita di valore generale del mercato. In realtà, nelle settimane successive alla scissione, sia il Bitcoin che il Bitcoin Cash, dopo un periodo di stabilizzazione iniziale, hanno iniziato a guadagnare moltissimo.

Il Bitcoin Cash è infatti riuscito a risolvere un problema molto importante del Bitcoin: la scalabilità. Per sistema scalabile si intende un sistema in grado di “reggere” qualsiasi scenario di mercato: come ad esempio un aumento esponenziale degli utilizzatori (proprio come è accaduto per il Bitcoin) riuscendo a fornire la stessa qualità e velocità di servizio.

Il Bitcoin non è un sistema altamente scalabile a causa della dimensione massima del blocco, di soltanto 1 megabyte. Un blocco così piccolo consente un massimo di tre transazioni al secondo. In un network composto da milioni di utenti in continua crescita, si tratta di un collo di bottiglia non indifferente, che non consente a tutti gli utenti di effettuare le transazioni velocemente ed in maniera economica.

Esempio: con il Bitcoin comprare un caffè è impossibile. Ci vorrebbero circa 10-30 minuti per confermare la transazione ed inoltre le commissioni sarebbero altissime anche per una transazione di dimensioni esigue. Con il Bitcoin Cash è invece molto più veloce effettuare un pagamento, ed è in grado di garantire commissioni molto più basse, con la stessa sicurezza di sempre.

Bitcoin Cash Quotazione

La quotazione del Bitcoin Cash è in continua evoluzione. Tuttavia la piattaforma di trading online Plus500 ha a disposizione un metodo per controllare sempre in tempo reale il prezzo del Bitcoin cash: clicca qui per visitare il sito e saperne di più. Plus500 ha creato e messo a disposizione un grafico che traccia in tempo reale gli spostamenti di prezzo del Bitcoin Cash.

Fare trading su Bitcoin Cash

Tramite il trading sulla criptovaluta Bitcoin Cash è possibile ottenere dei potenziali profitti grazie allo spostamento del prezzo di questa criptovaluta. Tuttavia è sempre buona norma controllare che la piattaforma sia regolamentata dalla CySEC, l’ente di regolamentazione italiano. Se infatti si dovesse decidere di fare trading su una piattaforma non regolamentata, i rischi sono altissimi. Tutti le persone che decideranno di iscriversi sulla piattaforma di trading hanno la possibilità di fare trading in demo (soldi virtuali) ed anche in modalità reale (con soldi veri). Si consiglia di iniziare prima in modalità demo prima di utilizzare la modalità reale.

Una delle migliori piattaforme per fare trading sul Bitcoin Cash è Plus500. La piattaforma è completamente gratuita, senza commissioni. E' autorizzata e regolamentata e quindi non ci sono truffe o raggiri come succede in altre piattaforme per la negoziazione di criptovalute. Plus500 UK Ltd è autorizzata dalla Financial Conduct Authority (FCA) con licenza FRN 509909. Plus500 CY LTD è autorizzata and regolata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (Cysec) con Licenza No. 250/14.
Puoi iscriverti gratis cliccando qui.