I rischi del trading sul forex

Spesso quando parliamo di forex trading facciamo riferimento agli enormi profitti che possiamo riuscire ad ottenere ma non ai rischi che corriamo quando facciamo trading. Perché l’attività di negoziazione è un’attività ad alto rischio finanziario e gli altissimi rendimenti che è possibile ottenere sono propria la renumerazione per questo rischio.

Se non si tiene bene in mente questo principio, si rischia di non guadagnare nulla ma anzi di perdere i propri soldi. Questa pagina serve proprio a illustrare i principali rischi che si corrono quando si opera nel forex e le principali tecniche per evitarli (o controllarli).

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Corso Gratis
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: capex
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Formazione gratuita
  • Consulente personale
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    58,88% dei conti CFD al dettaglio perde denaro.
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    74.90% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: markets
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Trend dei Traders
  • Sicura e affidabile
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star

    Il rischio broker

    Uno dei primi rischi, anche in ordine cronologico, che si corrono sul mercato forex è legato alla scelta del broker. Di fatto quando si sceglie il broker è possibile incorrere in vere e proprie truffe o comunque in broker di bassa qualità. In questo caso è davvero facile vedere evaporare il proprio conto sia perché semplicemente i soldi vengono rubati dal broker disonesto sia perché magari non si riesce ad operare per limitiazioni di tipo tecnico della piattaforma.

    Questo tipo di rischio colpisce soprattutto i neofiti del forex, che magari nella fretta di cominciare subito non soppesano bene l’affidabilità di un broker. Se poi escludiamo il caso estremo della truffa o della assoluta mancanza di affidabilià, la scelta del broker è sempre un rischio, perché si potrebbe scegliere una piattaforma meno buone rispetto alle altre.

    In questo caso non si perdono i propri soldi ma semplicemente si perdono opportunità di guadagno. Questo rischio può essere completamente eliminato: è necessario investire il priorio tempo e le proprie risorse nella ricerca della migliore piattaforma di negoziazione, magari leggendo blog e siti che presentano recensioni indipendenti. Tra l’altro i più navigati hanno accumulato ormai sufficiente esperienza per evitare trappole di questo tipo e hanno ormai un broker che considerano preferito, che conoscono bene per averlo utilizzato nel corso degli anni.

    Il rischio di trading

    Questo tipo di rischio è connesso all’attività di negoziazione delle valute: sul mercato si compra una valuta e se ne vende un’altra, sperando che la valuta che si è comprata si apprezzi rispetto a quella che si è venduta. Ma non sempre accade quello che si prevedeva: le previsioni potevano essere state fatte con dati sbagliati, con metodi sbagliati o semplicemente possono verificarsi imprevisti di ogni tipo.

    E’ normale che un certo numero di operazioni vadano in perdita. L’importante è che la maggioranza delle operazioni non lo siano ma, soprattutto, è importante avere un trading system, che consente di controllare (ma non annullare) questo tipo di rischio.

    Vantaggi di un trading system

    Un trading system è un sistema che indica con precisione quando entrare e quando uscire dal mercato. In questo contesto ci interessa sottolineare l’importanza di impostare correttamente gli stop loss e i take profit. Si tratta rispettivamente dei livelli in cui si chiude una posizione per aver raggiunto un livello di perdite o di profitti predeterminati.

    Impostarli correttamente significa evitare di perdere soldi e quindi consente non di annullare il rischio di perdite ma di ridurlo notevolmente. Anzi, con gli stop loss è possibile controllare il rischio, perché fin dall’inizio indichiamo qual è la cifra massima che siamo disposti a perdere per quella specifica posizione.

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here