Plus500 truffa o funziona? Ecco perché Plus500 non è una truffa

Tantissimi trader si informano ogni giorno su Plus500 truffa, spinti da voci infondate ma purtroppo molto diffuse su questo broker. Se sei qui, significa che vuoi chiarirti le idee anche tu. Perfetto! La guida che abbiamo creato e che puoi leggere qui sotto, è stata creata proprio con questo scopo.

Non ti resta che scoprirla e capire perché Plus500 (apri qui il conto demo) non è affatto una truffa, ma anzi un broker degno di nota che permette di fare trading con sicurezza su diversi asset.

Plus500 come funziona: ecco cosa sapere

Plus500 truffa

Plus500, come già detto, non è affatto una truffa. Si tratta anzi di un broker di ottima qualità, caratterizzato dalla presenza di una licenza Cysec e dell’autorizzazione da parte della Consob, come previsto dalle normative internazionali che, da qualche anno a questa parte, stanno cambiando il volto del trading online.

Per essere più precisi, dobbiamo sottolineare che il broker è legato al marchio registrato Plus500CY LTD, al quale sono associate diverse controllate quotate sulla Borsa di Londra. Questo rappresenta un ulteriore fattore di sicurezza per l’utente.

Plus500, online dal 2008, è sponsor di una squadra di calcio internazionale famosissima, ossia l’Atletico Madrid.

In conformità alle regole previste dalla Cysec, i fondi versati dagli utenti sono custoditi su conti diversi rispetto a quelli principali del broker. Lo scopo è quello di tutelare gli utenti in caso di problematiche a carico del broker principale.

Plus500 (apri qui il conto demo) non è solo un broker sicuro e regolamentato, ma anche il principale fornitore di CFD al mondo. Questo aspetto è fondamentale. Grazie a Plus500, infatti, è possibile operare su tantissimi asset tutelandosi da rischi forti come la volatilita.

Ciò, ribadiamo, è possibile grazie ai CFD. Con l’acronimo Contracts for Difference, si inquadrano degli strumenti derivati che consentono di fare trading senza bisogno di acquistare effettivamente l’asset. I CFD, infatti, permettono di operare direttamente sul sottostante, replicando l’andamento di criptovalute, azioni, ETF, materie prime e molti altri asset.

Tra i vantaggi più interessanti è possibile ricordare anche la possibilità di trarre profitti pure in caso di perdita di quota. Quello che conta è infatti azzeccare l’andamento dell’asset, aprendo a seconda delle necessità una posizione in long (acquisto) o in short (vendita).

I CFD non prevedono l’applicazione di commissioni. L’unico onere economico da considerare è infatti lo spread, ossia la differenza tra il prezzo di acquisto e il prezzo di vendita dell’asset. Un altro aspetto da sottolineare riguarda il loro essere prodotti a leva. Grazie a questo moltiplicatore, che consente al trader di esporsi con una somma più alta rispetto a quella del deposito, vengono amplificati sia i guadagni, sia le perdite.

Alla luce di quanto appena ricordato, è opportuno familiarizzare con meccanismi molto importanti come gli stop loss, che indicano al broker il momento giusto per arrestare le perdite.

Plus500 opinioni: di quali fidarsi?

Perché è così diffusa l’idea Plus500 truffa? Per un motivo molto semplice: quando sono alle prime armi, molti trader utilizzano come punto di riferimento per informarsi i forum. Questi spazi sono da tempo il luogo di sfogo di chi ha provato a fare trading e non ha avuto successo.

Nella maggior parte dei casi si tratta di soggetti che si sono butatti su broker come Plus500 (apri qui il conto demo) pensando che fare trading fosse la cosa più facile del mondo. Ecco, non è così! Per operare bisogna formarsi e sì, anche fare errori. Plus500 non è magari il broker pià adatto per i trader alle primissime armi - a differenza di altri non fornisce sussidi formativi - ma mette comunqe in condizioni di esercitarsi se non si ha dimestichezza con i vari asset. Riuscirci è possibile grazie al conto demo di cui parleremo tra poco.

Nel frattempo ricordiamo che, quando si ha a che fare con unarecensione negativa su Plus500(apri qui il conto demo), molto spesso alla base c’è l’intenzione di promuovere un sistema truffaldino, di quelli che promettono guadagni stratosferici da un giorno all’altro e non mantengono nulla.

Questi sistemi non possono mantenere quanto promesso per diversi motivi, prima di tutto perché, quando si fa trading, non esistono certezze di guadagno, in quanto i mercati sono imprevedibili.

Inoltre, nei casi che abbiamo appena citato, manca sempre quella regolamentazione che tutela l’utente dalle truffe. In situazioni del genere, succede sempre che i soldi spariscano e che diventino oggettivamente impossibili da recuperare.

Dietro a sistemi truffaldini i cui promotori denigrano broker come Plus500, ci sono infatti hacker che portano quanto rubato in Paesi tropicali dove, tra società off-shore che sono delle vere e proprie scatole cinesi, diventa impossibile recuperare le somme.

Plus500 asset: quali sono quelli disponibili?

A questo punto, possiamo entrare nel dettaglio degli asset disponibili su Plus500. Ecco l’elenco completo:

  • Criptovalute: Plus500 consente di fare trading sulle maggiori criptovalute (clicca qui), da Bitcoin a Ethereum, passando per Litecoin e NEO.
  • Indici di Borsa: grazie a questo broker, è possibile operare su indici di Borsa di spicco, che vanno da Hong Kong 50 a China A50.
  • Forex: chi opera su Plus500 può scegliere anche le valute Forex e prendere in considerazione coppie di primaria importanza come EUR/USD, così come cross esotici.
  • Materie prime: il broker consente di fare trading sulle principali commodities, dall’oro, al petrolio, al grano, fino al cotone, al rame e alla soia.

Nel novero degli asset disponibili su Plus500 è possibile includere anche le azioni di società come Facebook, Google, Xiaomi, Apple e gli ETF.

Plus500 demo: come aprire il conto

Come già detto, per operare su Plus500al meglio è consigliabile aprire il conto demo. In questo modo è possibile esercitarsi senza bisogno di rischiare subito il capitale. L’apertura del conto demo è questione di pochi minuti. Andiamo per fasi passando in rassegna ogni singolo passo.

  • Si comincia accedendo alla home del sito e si clicca sul pulsante che presenta la scritta “Inizia a fare trading adesso”.

  • Dopo averci cliccato su, ci si trova su una pagina caratterizzata dalla presenza di due pulsanti. Il primo consente di negoziare con denaro reale, mentre il secondo di provare il conto demo. In calce, troviamo il pulsante che consente di scaricare l’app dedicata del broker. Ovviamente bisogna cliccare su quello che permette di aprire il conto senza denaro reale. Dopo aver confermato i propri dati, ci si trova davanti alla schermata principale del conto demo.

Quali sono le sue caratteristiche? In primo piano troviamo le informazioni relative all’asset, così come la possibilità di cercarli scrivendo sul record “cerca tra i nostri strumenti”. Nella parte sinistra della pagina, si possono trovare i pulsanti che consentono di visionare l’elenco delle posizioni aperte e di quelle chiuse e, ovviamente, di aprire il conto con denaro reale.

A tal proposito è necessario ricordare che, quando si ha a che fare con un conto professionale, si gestisce una situazione ben diversa dal conto al dettaglio. Nel caso del conto professionale, infatti, non vengono applicate le restrizioni ESMA e si ha a che fare con leve più alte, così come con ausili come la protezione dal saldo negativo.

Per aprire un conto con denaro reale su Plus500 è necessario effettuare un deposito minimo di 100 euro. Essendo Plus500 un broker market maker,è possibile iniziare con una somma molto contenuta.

Per effettuare un deposito, è necessario cliccare su “Gestione fondi” e successivamente su “Deposito”.

A questo punto, è possibile selezionare la modalità preferita di deposito tra quelle disponibili. Nel novero in questione, è possibile includere le carte di credito. Su Plus500 (apri qui il conto demo) si può depositare con carte di credito/debito del circuito Visa e Mastercard. Chi vuole, può utilizzare anche i portafogli elettronici Paypal e Skrill, così come il bonifico bancario.

Come già detto, i fondi in questione sono oggetto di un ottimo livello di protezione. Plus500, infatti, li custodisce su conti fiduciari separati, onde evitare problemi in caso di liquidazione della società stessa.

Conclusioni

Quando si parla di broker seri, Plus500 ricopre senza dubbio un ruolo fondamentale. Questo broker non è affatto una truffa, ma anzi una piattaforma che consente di operare in tutta sicurezza. Per minimizzare i rischi comunque sempre presenti, è utile fare trading considerando strategie come il Money Management.

Come funziona? In maniera molto semplice. Basta prendere il capitale, dividerlo in più parti e assegnarne ciascuna a una diversa operazione o a un diverso asset. In questo modo, ossia puntando non più del 5% ogni volta, è possibile minimizzare il rischio su un broker dall’interfaccia pulita e semplice da gestire.

Non c’è che dire: chi dice che è vera l’affermazione Plus500 truffa dovrebbe davvero rivedere il proprio punto di vista. Stiamo infatti parlando di un broker che, oltre ad essere regolamentato, viene incontro alle esigenze degli utenti con ausili di vario tipo, tra i quali è possibile ricordare la possibilità di gestire gli allarmi, ricevendo via SMS notifiche sul prezzo e sulle opinioni dei trader, con confronti tra la percentuale di venditori e quella di acquirenti.

Concludiamo ricordando che, per familiarizzare al meglio con le sue caratteristiche, è consigliabile non “abusare” del conto demo. Illimitato e gratuito, deve comunque essere utilizzato per qualche ora massimo. Subito dopo, bisogna mettersi in gioco con il conto con denaro reale. Solo in questo modo è infatti possibile toccare con mano il vero volto del trading online, fatto di rischi ineliminabili ma, con la giusta attenzione, comunque gestibili nel corso del tempo.

>>> CLICCA QUI PER APRIRE SUBITO IL TUO CONTO DEMO SU PLUS500

Miglior Broker del 2019

Strumenti di forex trading