Le candele giapponesi servono nel Forex? Parte 2

Nella sezione precedente, abbiamo cercato di capire perché le candele giapponesi o candlestick siano effettivamente utili nel mondo del forex e delle binarie, e soprattutto non soltanto delle binarie.

Quest’oggi vorremmo cercare di analizzare qualche utile figura o pattern che ci può essere utile interpretare ed imparare a leggere alla luce della nostra capacità di predicibilità sulla dinamica delle quotazioni di mercato.

Alcune importanti figure utili per le candele giapponesi

Se le ombre sono più lunghe del normale, possono darci utili indicazioni su eventuali fasi di incertezza dei mercati, seguite da un’inversione di tendenza, e questo a prescindere dal fatto che la candela con una lunga ombra inferiore o superiore sia di natura rialzista o ribassista.

Un esempio è rappresentato dalle classiche figure di inversione:

  • impiccato o hanging man e martello o hammer. Nel primo caso, l’inversione di tendenza è ribassista. L’impiccato, quindi, si pone nella parte superiore del trend in corso, possibilmente in prossimità dei massimi. Parallelamente per il martello. Vedremo una candela giapponese caratterizzata da una lunga ombra inferiore e da un corpo piuttosto ridotto rispetto alla prima. Non ci interessa il colore della candela
  • stella cadenza o shooting star ed inverted hammer o martello inverso. Si tratta della figura simmetrica a quella vista in precedenza, con l’unica eccezione che in questo caso l’ombra più lunga del corpo centrale è quella superiore

Ci viene intuitivo pensare, in questo caso, che ci sarà certamente un’inversione di tendenza per il solo fatto che i prezzi tendono a fluttuare maggiormente agli antipodi.

Altri tipi di figure molto conosciute sono le candele doji. Queste, però, non tanto sottintendono un’inversione marcata, quanto la maggiore probabilità di un pronunciato trend rialzista o ribassista a seconda che la corrispondenza tra prezzo di apertura e prezzo di chiusura (caratteristica comune delle candele doji) finisca col concernere anche il prezzo massimo o il prezzo minimo. Vi è anche il caso estremo in cui tutti e 4 i prezzi coincidono ed allora il mercato si è appiattito in una fase totale di incertezza.

Vi sono anche pattern considerati di continuazione e si tratta delle classiche figure dette Bozu, in cui vi è un’unica ombra, o superiore o inferiore. Se però mancano entrambe le ombre, allora il dettaglio diventa decisamente più interessante perché ciò sottintende certamente un maggiore interesse da parte del mercato verso le pressioni al rialzo (il prezzo di chiusura coincide con il massimo ed il prezzo di apertura con il minimo. Unica candela bianca senza alcuna ombra) o al ribasso. Quest’ultime figure vengono alternativa dette Marabozu e consentono di avere importanti informazioni per quanto concerne le prossime soglie di resistenza e di supporto critiche, solitamente posizionate in corrispondenza dei livelli centrali delle candele Marabozu. Se ci riflettiamo ciò tra l’altro è molto intuitivo, dato che il fatto che si apre o si chiude in corrispondenza dei minimi e dei massimi vuol certamente dire che stiamo raggiungendo dei punti focali delle quotazioni.

Possiamo tenere conto, infine, della combinazione di varie candele tra di loro, cercando di dare un senso a tutto questo, attraverso l’intuito. Esempi di rilievo sono rappresentati da successioni di candele, di cui la successiva è più forte della precedente (ad es. formazione in gergo detta engulfing), al punto da rendere lecito l’ipotizzare un’inversione di trend. Possiamo concepire combinazioni anche di 3 candele in cui avviene un po’ la stessa cosa, andando praticamente in contro-tendenza a quanto ci si sarebbe aspettati inizialmente dalla dinamica corrente e senza alcuna conferma (ad es. dark cloud cover e piercing line).

Nella parte successiva cercheremo di ricostruire graficamente tali formazioni e di interpretarle ulteriormente così come la lettura profondamente intuitiva delle candlestick ci consiglia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *