Disegniamo le candele giapponesi per capirle meglio Parte 3

Per concludere il nostro discorso sulle candele giapponesi che abbiamo incominciato nelle precedenti sezioni, a questo punto dobbiamo ricorrere a qualche rappresentazione, di modo che sia per voi facile ed immediata l’interpretazione.

Le candele giapponesi. Le parti fondamentali

Nel grafico seguente, possiamo notare i tratti fondamentali delle candele giapponesi che si presentano così.

candele

Abbiamo, quindi, ben evidenti:

  • le ombre superiori ed inferiori (upper and lower shadow) da cui si evincono i valori di punta di oscillazione dei prezzi
  • i livelli di apertura e di chiusura dei prezzi che permettono di distinguere tra candele rialziste e ribassiste, a seconda che il prezzo di chiusura sia inferiore o superiore al prezzo di apertura. Le candele rialziste saranno, pertanto, di colore verde o bianco; oppostamente le candele ribassiste saranno di colore rosso o nero
  • il real body centrale che rappresenta l’area entro cui si concentrano i prezzi mediamente

I pattern più noti sono anche intuibili

Non è necessario che vi ricordiate a memoria ogni figura di candela giapponese. L’importante è riuscire, per lo meno, a ragionare con le candele giapponesi. In questo senso:

  • se notate un corpo pressoché inesistente, ciò implica che i prezzi non oscillano quasi per nulla perché il mercato è poco liquido
  • se le ombre, invece, sono molto marcate e, a seconda di dove siamo collocati, potremmo essere prossimi ai massimi o minimi, precedenti l’inversione di rotta
  • se una candela, in rapporto all’altra, è molto più grande, significa che sono aumentati i volumi e val la pena tenere d’occhio giusto quel che basta il pattern per poterne intendere il significato

I pattern possono essere:

  • di continuazione del trend
  • di inversione del trend. Da questo punto di vista, vi è un cambiamento di direzione dei prezzi

Vediamo un esempio di figura candela giapponese. Fate un gioco. Coprite gli esiti del ragionamento sottostanti ed intuite da soli il significato di tale figura, per poi andare a verificare se avete indovinato o meno. Ricordate, inoltre, che ogni figura ha senso in un movimento comparativo, e solo in relazione al complesso delle candele giapponesi.

pietratombaleQuesta candela giapponese è detta in gergo pietra tombale e ha le seguenti caratteristiche:

  • il prezzo di apertura coincide con il minimo, così come il prezzo di chiusura, dato che il real body è solo quel trattino che notiamo lì
  • molto probabilmente segnala la sconfitta da parte dei “tori” e pertanto la possibile prevalsa da parte degli “orsi”

Ecco un altra figura, su cui ragionare. Viene detta col nome di impiccato o hanging man e segnala l’inversione di rotta. Molto importante è dove la troviamo posizionata, dato che tale figura è in tutto e per tutto uguale al “martello” che è collocato in corrispondenza dei minimi della distribuzione dei prezzi.

candele2

In realtà, poco conta il colore della candela hanging man quanto la sua posizione, in corrispondenza della cima di un trend ascendente o del picco (declivio) di un trend discendente.

Semplicemente, segnalano con molta decisione un’inversione di trend.

Ecco un’altra figura singolare a dir poco.

candele3

E’ nota come Marabozu e segnala un forte segnale rialzista (continuazione in caso di trend in atto, inversione se controtendenza), dato che il prezzo di apertura coincide con il minimo ed il prezzo di chiusura coincide con il massimo.

Molto probabilmente ci stiamo approssimando a livelli di supporto e di resistenza critici che collocheremo in prossimità del livello centrale del Marabozu. Non resta che, a questo punto, dare un’occhiata al nostro grafico real time delle candele giapponesi (altrimenti detto candlestick) da cui possiamo trarre utili indicazioni previsionali, in ordine all’inversione o alla continuazione del trend dei prezzi.

Le candele giapponesi sono ampiamente utilizzate anche e soprattutto nel forex che è tra i mercati più volatili e funziona pure su frame rate bassi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *