Broker affidabili: il fallimento di Alpari

Da sempre su ForexItalia24 puntiamo a promuovere esclusivamente broker affidabili al 100%, sotto tutti i punti di vista: finanziario, tecnico, legale. E infatti siamo soddisfatti del fatto che nessuno dei broker consigliati su ForexItalia24 sia stato colpito dalla tempesta valutaria che ha affossato broker come Alpari. Broker come eToro o Plus500, anzi, hanno discretamente fatto sapere che per loro la tempesta valutaria scatenata dalla Banca Centrale Svizzera è stata addirittura fonte di profitto. Non è andata così bene, invece, a broker come FXCM e Alpari che sono rimasti travolti. Alpari è fallito completamente, FXCM forse si salva grazie all’intervento di un generoso investitore esterno che pare abbia deciso di rilevare tutti gli asset.

Il ruggito del Franco Svizzero

La storia è iniziata quando, a sorpresa, la Banca Centrale Svizzera (BNS) ha dichiarato di voler terminare la politica di parità tra euro e franco. Questa politica serviva a dare respiro alle esportazioni svizzere vista la debolezza dell’euro. Ma ormai l’euro sta diventando troppo debole e la BNS stava sprecando troppe risorse per mantenere basso il livello del cambio. Tra l’altro c’è da dire che il fattore prezzo non è così importante per le esportazioni svizzere, rinomate per la loro qualità. Insomma, probabilmente la politica messa in atto dalla BNS era sostanzialmente inutile e comunque era diventata troppo costosa. Quindi la BNS ha annunciato che smetterà di difendere la parità euro / franco. Questo ha portato, ovviamente, ad una repentina reazione del mercato valutario che ha immediatamente punito l’euro, arrivato a perdere anche il 40% rispetto alla divisa elvetica, in pochissimo tempo. I mercati hanno ritrovato il giusto equilibrio e fin qui tutto bene. Ma che cosa è successo ai trader che erano short sul franco? Si sono ritrovati con una situazione che non avevano previsto e che è sfuggita loro dalle mani. Dopo tutto quando si investe sul mercato forex bisogna sempre tener presente che è possibile subire delle perdite e bisogna contrallarle mediante stop loss.

Il fallimento dei broker

In questa situazione di mercato così caotica, alcuni broker sono saltati, in pratica hanno incassato tante perdite da essere costretti a dichiarare bancarotta. Il più famoso di tutti è Alpari, broker autorizzato e regolamentato dalla Financial Conduct Authority che si è dovuto sobbarcare le perdite degli utenti quando queste hanno superato il valore del conto. E’ evidente che si trattava di un broker affidabile dal punto di vista legale, ma che cosa possiamo dire dal punto di vista della gestione del rishio? Possiamo dire che faceva pena, perché ha lasciato che gli utenti accumulassero più perdite rispetto alla capienza del conto quando invece queste posizioni dovevano essere tutte chiuse automaticamente. Insomma, ancora una volta possiamo capire che l’affidabilità è una delle qualità più importanti di un broker forex. Broker forex veramente affidabili come eToro e Plus500 hanno guadagnato proprio a causa della rivoluzione sui mercati. E questo lo dice tutto.

Che cosa succede a chi aveva soldi su Alpari

Ma che cosa succede a chi aveva dei soldi su Alpari? Per fortuna si trattava di un broker autorizzato dalla FCA. Tra le regole, molto dure, per ottenere la regolamentazione dalla FCA c’è anche l’obbligo di conservare i soldi dei clienti su conti bancari separati rispetto a quelli del broker. Questo significa che nessuno perderà effettivamente i suoi soldi, solo che ci vorranno lunghe procedure burocratiche per rientrarne il possesso. Se i trader che opervano con Alpari avessero scelto Plus500, adessero starebbero a godersi i profitti. Invece stanno sudando freddo (e probabilmente imprecando) per cercare di recuperare i propri soldi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *