Forex (Kiwi NZD/USD & Yen USD/JPY) Analisi 15 Marzo 2019

I dati economici rilasciati questa mattina dalla sessione asiatica si sono dimostrati sotto le aspettative. I dati del PMI (Purchasing Managers Index) in Nuova Zelanda sono stati gli unici indicatori importanti rilasciati durante le prime ore della sessione.

Oltre a questi dati, anche la decisione di politica monetaria di marzo della Bank of Japan è stata presa in considerazione dagli investitori.

Vuoi fare trading online su valute, materie prime, indici e azioni senza commissioni su una piattaforma di trading affidabile e registrata CONSOBOttieni oggi il tuo conto gratuito su eToro, clicca qua per maggiori informazioni>>

Secondo i dati pubblicati da BusinessNZ, il PMI è aumentato da 53,1 a 53,7 a febbraio. L’indice di produzione è salito da 51,3 a 53,9, con il sotto-indice dei nuovi ordini in aumento di 2,5 punti a 54,7.

L’indice occupazionale è sceso al suo punto più basso dal 18 agosto scorso, mentre l’indice PMI ha raggiunto il secondo livello più alto in 9 mesi.

Il Dollaro Neozelandese è passato da $ 0,68238 a $ 0,68297 dopo il rilascio dei dati macroenomici. Al momento della scrittura, il Dollaro Neozelandese si attesta sul livello di $ 0,6842, con un guadagno dello 0,29% per la sessione in corso.

Yen Giapponese

La Bank of Japan ha consegnato la sua decisione di politica monetaria di marzo questa mattina. Non ci sono state sorprese, con i tassi d’interesse della BoJ che sono rimasti fermi allo -0,1%.

Mantenendo costanti i tassi, la BoJ ha adottato una prospettiva economica più accomodante. Unendosi a un certo numero di banche centrali, la Bank of Japan ha inoltre evidenziato l’aumento dei rischi oltreoceano che potrebbero influenzare l’economia del paese.

Il governatore della BoJ Kuroda in precedenza aveva parlato della volontà di fornire un ribasso dei tassi maggiore in caso di necessità. Gli ultimi dati sul commercio e la produzione industriale del Giappone hanno dipinto un quadro molto cupo dell’economia del paese.

Lo Yen giapponese è passato da ¥ 111.706 a ¥ 111.576 al momento del rilascio delle dichiarazioni. Al momento della scrittura, lo Yen giapponese è salito dello 0,03% a 111,65 ¥ contro il Dollaro USA. Il primo sostegno allo Yen è arrivato dopo le notizie della Corea del Nord, che starebbe pianificando di sospendere i colloqui sul nucleare con gli Stati Uniti. La notizia non è stata tuttavia sufficiente a portare una nuova avversione al rischio tra gli investitori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *